Sabato, 24 Dicembre 2016 16:21

Beati gli operatori di pace

Vota questo articolo
(0 Voti)

La testimonianza che qui riportiamo è di due bambine di fede islamica, nei giorni successivi all'attentanto terroristico nella cattedrale copta in Cairo (11/12/2016). Ascoltiamo la voce dei piccoli, desiderosi di pace vera:

A prò di chi ogni anno si mette nel cuore una nuova tristezza che perdura per anni?

A prò di chi? O terrorista che entri per  uccidere con violenza,  gente in preghiera, distruggendo ogni cosa, ti sei dimenticato che anche questa gente appartiene alla nostra umanità? Perchè semini tristezza nei cuori dei cristiani in ogni  loro festa?

Voglio dirti: noi saremo sempre uniti. Musulmani e Cristiani siamo tutti egiziani.

Qualsiasi cosa ha compiuto questa gente perversa nella nostra terra, non saranno capaci di distruggere l'Egitto. La voce dell'uomo che invita alla preghiera (el moazen) sarà sempre innalzata nella moschea, come anche il suono delle campane nelle chiese continuerà fino al giorno del giudizio.

Ogni volta in cui tentano di dividerci, continueremo ad essere uniti nell'amore.

Brucerete le chiese, pregheremo nelle moschee.

Brucerete le moschee, pregheremo nelle chiese.

Brucerete tutti e due, pregheremo insieme nelle strade,  perchè noi siamo egiziani.

Il profeta, il messaggero di Dio, ha detto: "Se aprirete l'Egitto, mi raccomando di fare il bene ai copti d'Egitto, sono una forza per voi. Mi raccomando i copti, fate a loro il bene, perchè troverete in loro sottomissione e misericordia. Inoltre, il nostro profeta ci ha raccomandato di non uccidere un monaco nella sua cella, nè una donna, nè un bambino, di non sdradicare un albero.

Tu, o terrorista, uccidi un musulmano nel giorno del Venerdi e un cristiano nella Domenica, ma chi sei tu? Qual è la tua religione?

Scusaci, o nostro profeta, nell'anniversario della tua nascita (11-12-2016), hanno ucciso coloro i quali tu ci hai raccomandato di fare loro il bene.

Offriamo le nostre condoglianze (per chi ha perso la vita), e il nostro augurio di guarigione per i feriti nell'attentato della chiesa del Butrosia, nella cattedrale dell’ Abbassia in Cairo-Egitto.

Che il Signore protegga l'Egitto e il suo popolo.

Grazie!

13-12-2016

Letto 235 volte Ultima modifica il Sabato, 24 Dicembre 2016 18:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Donazioni

Conto Corrente Postale n° 37440005
intestato a: 
MISSIONARIE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

Scarica il bollettino precompilato download free small

Bonifico bancario intestato a: 
FRANCESCANE MISSIONARIE D'EGITTO
IBAN: IT 08 M 02008 03289 000600019382

Contatti

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci:
  Via C. Troiani 90, 00144 Roma
 +39 06.52200332 - 06.52205475
 +39 06.52205473
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.